16/10/2017
Brevi riflessioni sul diritto all’oblio

di Stefano Corsini

Il diritto all’oblio può definirsi un diritto legato alla sfera della riservatezza, tuttavia negli ultimi anni il principio è stato declinato in relazione a diversi contesti, in particolare a quello giornalistico e ai trattamenti on line.

09/10/2017
App e approccio privacy: il caso Pokemon Go
I dati personali trattati dal gioco Pokemon GO
Di Marco Soffientini 

Il gioco Pokemon Go, appena installato accede a una quantità eccedente di dati personali del giocatore, senza che vi sia piena consapevolezza da parte di quest’ultimo.

02/10/2017
Internet
It’s always better to be safe than sorry
Di Edel Margherita Beckman

This paper aims to analyse one of the worst consequence of Internet, online paedophilia, with particular attention to the role of parents in the dissemination of paedophile material.

25/09/2017
Bitcoin ed Etherum, confronto tra blockchain
L’importanza della blockchain nelle criptovalute e gli effetti nel mondo del diritto.
Di Gian Marco Iulietto

La blockchain, posta come fondamento per il meccanismo delle criptovalute, costituisce sia il successo di queste monete virtuali e sia, conseguentemente, un nuovo oggetto di riflessione giuridica. Il Bitcoin (BCT), valuta virtuale che ha lanciato questa tecnologia, stando ai recenti dati continua a beneficiarne in misura sempre maggiore, toccando incessantemente picchi più alti nel mercato (2.911,86 $ il massimo raggiunto nel 2017) e destinati ad ascendere nel lungo periodo. Allo stesso modo Ethereum (Ξ) ha aumentato il proprio spazio nel mercato implementando la blockchain della prima valuta in esame per porre in essere, in particolar modo, i c.d. smart contract. Si vuole pertanto osservarne il funzionamento iniziando dall’applicazione nelle succitate monete virtuali con lo scopo di comprenderne gli effetti nel mondo del diritto, in particolar modo nell’ambito contrattualistico.

22/09/2017
Registri pubblici sussidiari digitali
Un altro passo verso l’informatizzazione del Notariato
Di Sarah Casnico

Presentato a Torino lo scorso 16 giugno, il progetto prevede la creazione di una nuova piattaforma informatica di archiviazione delle informazioni relative ad alcune attività notarili per le quali oggi non sono previste forme di pubblicità legale.

18/09/2017
Licenziamento e abuso del computer aziendale
Licenziamento da parte del datore di lavoro a fronte degli abusi nell’utilizzo del pc aziendale perpetrati da un dipendente durante l’orario lavorativo

Di Marcella Fischetti

La disciplina del diritto al lavoro deve fare i conti con le nuove tecnologie. Le garanzie stigmatizzate nell’ambito dello Statuto dei lavoratori sembrano sgretolarsi sempre più dinanzi all’evoluzione tecnologica contemporanea. Si propone l’analisi della sentenza numero 14862 del 2017 con cui la Suprema Corte di Cassazione ha ritenuto legittimo un licenziamento per giusta causa comminato da un datore di lavoro nei confronti del proprio dipendente il quale ha abusato della connessione internet aziendale, durante l’orario di lavoro e per scopi personali.

Joomla SEF URLs by Artio