16/04/2018
Bitcoin: minatori e tendenze
Una panoramica sulle risposte normative degli Stati all’interesse dei minatori

Di Gian Marco Iulietto

Lo status normativo del Bitcoin si differenzia in base a come viene concepito nei Paesi in cui è subentrato nel mercato ed è ancora imprecisato o addirittura vietato in taluni di essi. Mentre nella maggior parte l'utilizzo non è illegale, secondo un’opinione diffusa, di matrice sostanzialmente asiatica, i Bitcoin hanno avuto successo solamente perché in grado di eludere facilmente le leggi fiscali e non perseguono alcuna funzione sociale dunque sono una minaccia da bandire. Questo ha generato un’inversione di tendenza verso i Paesi occidentali dove, sebbene sia discussa la legittimità di queste criptovalute, è certo il potenziale di attirare investitori e dunque costituiscono un terreno di scontro giuridico tra gli Stati che invece ne vogliono cogliere le opportunità. Si vuole pertanto chiarificare le risposte normative principali alla luce dei recenti mutamenti economici.

10/04/2018
Industria 4.0: il capitolo lavoro resta da costruire

Il lavoro resta la prima e più grave questione sociale
Di Sarah Casnico

Fisco e pensioni sembrano al momento i temi economici dominanti della campagna elettorale in vista delle prossime elezioni, mentre rimangono in penombra l’industria, la produttività e l’occupazione.

03/04/2018
WhatsApp e la rilevanza probatoria delle conversazioni

Di Edel Margherita Beckman

Una recente sentenza della Corte di Cassazione ha affermato che le conversazioni della nota applicazione WhatsApp saranno utilizzabili in giudizio solo se verrà acquisito anche il dispositivo.

26/03/2018
Identità in rete e social network
Lesione di diritti e strumenti di tutela tra spazio reale e virtuale
Di Marcella Fischetti

Identity theft e accesso abusivo a sistema informatico: la questione trae spunto da ciò che è accaduto, paradossalmente, a John McAfee, noto pioniere della sicurezza informatica, il quale ha subito la violazione del proprio profilo Twitter attraverso l’elusione da parte degli hacker della autenticazione a due fattori del social network.

19/03/2018
Accesso abusivo a sistema informatico nella Pubblica Amministrazione
Integra tale reato la condotta del Pubblico Ufficiale commessa con il c.d. sviamento del potere
Di Maddalena Bernardi

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 41210/2017, hanno affermato che la condotta del pubblico ufficiale (o dell’incaricato di pubblico servizio) che, avendo accesso ad un sistema informatico, vi si introduca ed intrattenga per scopi differenti rispetto a quelli per cui era stata lui concessa l’autorizzazione (c.d. “sviamento di potere”) configura il reato di accesso abusivo a sistema informatico.

13/03/2018
Codice dell'Amministrazione Digitale
Le novità del d.lgs 217/2017 di modifica al CAD di cui al d.lgs 82/2005

Joomla SEF URLs by Artio